CarroBotte

Il problema dei nitrati di origine agricola in Francia

04/09/2014

I nitrati di origine agricola provengono principalmente dallo spandimento di reflui zootecnici. Il livello eccessivo di nitrati nelle acque di falda provoca inquinamento delle acque destinate al consumo umano, oltre che alla eutrofizzazione delle acque superficiali.
La comunità europea incoraggia e monitora costantemente le iniziative degli stati membri più interessati al problema (in particolare Italia e Francia), intervenendo già dal 1991 con la Direttiva Nitrati, che impone restrizioni e limitazioni ai territori maggiormente vulnerabili.
In Italia, le regioni maggiormente interessate sono quelle che afferiscono alla Pianura Padana, dove gli allevamenti bovini, suinicoli e avicoli sono diffusamente presenti e l’adeguamento alle imposizioni della direttiva nitrati si scontrano con gli interessi economici di interi comparti agricoli.
Regione Lombardia ha commissionato lo sviluppo di un sistema informativo per la valorizzazione dei reflui zootecnici e per la limitazione dello spandimento dei reflui stessi nei campi della Regione. Lo strumento è stato studiato dal Dipartimento di Scienze Ambientali ed Agronomiche dell’Università di Milano in collaborazione con altri istituti tecnico scientifici pubblici e privati ed interamente progettato e implementato da Informatica ambientale.

In Francia, come evidenzia l’articolo di Le Monde riportato qui sotto, hanno gli stessi nostri problemi. Una sinergia tra le differenti ricerche potrebbe essere di aiuto per tutti.

Pollution aux nitrates : la France de nouveau condamnée par la justice européenne
Pollution aux nitrates : la France de nouveau condamnée par la justice européennehttp://www.lemonde.fr/planete/article/2014/09/04/pollution-aux-nitrates-la-france-de-nouveau-condamnee-par-la-justice-europeenne_4481614_3244.htmlLa France a été condamnée une nouvelle fois, jeudi 4 septembre, par la Cour de justice de l’Union européenne, pour son incapacité à améliorer la qualité de ses eaux. Elle fait face à deux contentieux pour n’être jamais parvenue à respecter la directive de 1991 sur les nitrates et les pollutions d’origine agricole.